Il 31 marzo il convegno “Luoghi senza limiti”

Il Comune di Cerea e il Politecnico di Milano – Polo territoriale di Mantova organizzano giovedì 31 marzo alle 18, nella sala convegni dell’Area Exp in via Oberdan a Cerea (VR) il convegno dal titolo “Luoghi senza limiti. Progetti alla ricerca di nuove relazioni nella città”.
“Il seminario” spiega il professore Carlo Peraboni del Politecnico di Milano – Dipartimento di Architettura e studi urbani “rappresenta il momento di apertura delle attività del workshop che gli studenti del Polo territoriale di Mantova terranno a Cerea per approfondire il tema del lavorare alla costruzione di “luoghi senza limiti” e del fornire soluzioni differenti in base ai bisogni delle persone che vivono e animano la città”.
Dopo il saluto da parte dell’Amministrazione e del coordinatore scientifico Peraboni, il convegno proseguirà con gli interventi di Iginio Rossi, direttivo nazionale INU, direttore Urbanpromo, Antonio Lauria dell’Università di Firenze – Dipartimento di Architettura e di Lucia Lancerin, Aip2, Cerpa (Centro Europeo di Ricerca e Promozione dell’Accessibilità) e Biennale dello spazio pubblico.
Al convegno parteciperanno i 30 studenti che hanno aderito al workshop, più una settantina di professionisti: l’incontro infatti da’ diritto all’acquisizione di 2 crediti formativi.
Il giorno seguente, a partire dalle 9.30, gli studenti parteciperanno a una “visita guidata” per Cerea, per visitare i luoghi principali che potranno essere oggetto dei loro progetti di riqualificazione urbana in ottica “senza limiti”.
Le due giornate rientrano nel laboratorio di urbanistica nato dall’accordo di collaborazione sottoscritto lo scorso 25 giugno dal Comune di Cerea e dal Polo Territoriale di Mantova del Politecnico di Milano e che prevede per il Comune l’impegno di mettere a disposizione gratuitamente, nelle proprie sedi ritenute più idonee all’occorrenza, attrezzature e competenze tecnico-scientifiche per lo svolgimento delle attività con particolare riguardo: allo svolgimento di tesi, progetti ed elaborati di laurea; all’esecuzione di studi e ricerche a completamento delle attività didattiche; all’integrazione dello svolgimento di esercitazioni di progetto e laboratorio; all’organizzazione di visite di studenti e di gruppi di studenti e all’organizzazione di incontri e seminari anche presso il Politecnico per approfondire temi specifici.
Tra i luoghi indicati dall’Amministrazione come possibili progetti da sviluppare rientrano l’ex campo sportivo Sommariva sul quale era stato pensato un progetto da parte di privati che poi è naufragato, via Mantova, in passato centro nevralgico di Cerea per le mostre del mobile d’arte ed oggi profondamente mutata, e l’individuazione di un nuovo luogo centrale di aggregazione, mancando a Cerea una vera e propria piazza.

Submit a comment